Skip to main content

Alessandro Michele: lo straordinario percorso dello stilista da Gucci a Valentino

|
Alessandro Michele: lo straordinario percorso dello stilista da Gucci a Valentino

Gli esordi nel fashion system

La folgorante carriera nella moda di Alessandro Michele inizia negli anni ’90, quando viene ingaggiato da Les Copains con l’incarico di design director, dedicandosi soprattutto agli accessori. In Les Copains ha modo di sviluppare il suo stile vintage e ricercato, contraddistinto da accostamenti insoliti e dettagli preziosi.

Successivamente, nei primi anni 2000, muove i primi passi in Fendi, apprendendo i segreti del mestiere nella maison romana sotto la supervisione di Karl Lagerfeld. Dopo sei anni, desideroso di nuove sfide, lascia il brand nel 2008 per approdare da Gucci.

L’ascesa in Gucci fino al ruolo di direttore creativo

Alessandro Michele entra a far parte del team Gucci nel 2002, occupandosi principalmente di pelletteria e accessori. Sotto la guida di Frida Giannini, affina la sua estetica sofisticata applicata agli accessori di lusso della maison.

Nel 2011 viene promosso a direttore creativo di pelletteria, scarpe e gioielli. Nel 2015 arriva la svolta: a sorpresa viene nominato direttore creativo al posto della Giannini. Presenta la sua prima collezione in soli 5 giorni, sconvolgendo il mondo della moda.

L’impatto dirompente da direttore creativo di Gucci

Come nuovo direttore creativo, Alessandro Michele ha completamente rivoluzionato l’estetica di Gucci, trasformandola nel giro di poco tempo in uno dei marchi più influenti e desiderati al mondo. Il suo stile postmoderno e genderless ha dettato le tendenze per anni.

Le sue cruise collection visionarie sono eventi attesissimi dai fashionisti globali. Celebrità e star hanno abbracciato con entusiasmo l’estetica surreale di Gucci by Michele, decretandone il successo globale anche al Met Gala 2022.

Verso la nuova sfida creativa in Valentino

Dopo una rivoluzione durata 7 anni in Gucci, a fine 2022 Alessandro Michele lascia la direzione creativa, uscendo dalla maison che ha contribuito a trasformare radicalmente con la sua visione. La nuova entusiasmante sfida dello stilista è alla guida di Valentino, dove è stato nominato direttore creativo al posto di Pierpaolo Piccioli.

Un incarico prestigioso dove poter esprimere la sua estetica genderless ed eclettica, con l’obiettivo di evolvere il DNA della maison romana con la sua sensibilità contemporanea. La moda è in fermento per scoprire l’impatto di Valentino by Alessandro Michele.

Gli esordi nel fashion system

La folgorante carriera nella moda di Alessandro Michele inizia negli anni ’90, quando viene ingaggiato da Les Copains con l’incarico di design director, dedicandosi soprattutto agli accessori. In Les Copains ha modo di sviluppare il suo stile vintage e ricercato, contraddistinto da accostamenti insoliti e dettagli preziosi.

Successivamente, nei primi anni 2000, muove i primi passi in Fendi, apprendendo i segreti del mestiere nella maison romana sotto la supervisione di Karl Lagerfeld. Dopo sei anni, desideroso di nuove sfide, lascia il brand nel 2008 per approdare da Gucci.

L’ascesa in Gucci fino al ruolo di direttore creativo

Alessandro Michele entra a far parte del team Gucci nel 2002, occupandosi principalmente di pelletteria e accessori. Sotto la guida di Frida Giannini, affina la sua estetica sofisticata applicata agli accessori di lusso della maison.

Nel 2011 viene promosso a direttore creativo di pelletteria, scarpe e gioielli. Nel 2015 arriva la svolta: a sorpresa viene nominato direttore creativo al posto della Giannini. Presenta la sua prima collezione in soli 5 giorni, sconvolgendo il mondo della moda.

L’impatto dirompente da direttore creativo di Gucci

Come nuovo direttore creativo, Alessandro Michele ha completamente rivoluzionato l’estetica di Gucci, trasformandola nel giro di poco tempo in uno dei marchi più influenti e desiderati al mondo. Il suo stile postmoderno e genderless ha dettato le tendenze per anni.

Le sue cruise collection visionarie sono eventi attesissimi dai fashionisti globali. Celebrità e star hanno abbracciato con entusiasmo l’estetica surreale di Gucci by Michele, decretandone il successo globale anche al Met Gala 2022.

Verso la nuova sfida creativa in Valentino

Dopo una rivoluzione durata 7 anni in Gucci, a fine 2022 Alessandro Michele lascia la direzione creativa, uscendo dalla maison che ha contribuito a trasformare radicalmente con la sua visione. La nuova entusiasmante sfida dello stilista è alla guida di Valentino, dove è stato nominato direttore creativo al posto di Pierpaolo Piccioli.

Un incarico prestigioso dove poter esprimere la sua estetica genderless ed eclettica, con l’obiettivo di evolvere il DNA della maison romana con la sua sensibilità contemporanea. La moda è in fermento per scoprire l’impatto di Valentino by Alessandro Michele.

About
Le Baccanti

I nostri servizi
Agenzia Le Baccanti a Bologna: Forniamo modelle, modelli, hostess, indossatrici, indossatori. Realizziamo cataloghi moda, cataloghi aziendali, fiere, personale per sfilate

Our Models